Home » Insalate, Non butto il pollo

Insalata estiva pollo e sedano

Postato da Antonella Catania 3 agosto 2010 No Comment
Insalata di pollo e sedano

Insalata di pollo e sedano

L’insalata di pollo e sedano è facile da fare, buona, fresca e nutriente. Ottimo piatto principale per l’estate oppure, in dosi più piccole, servita come antipasto di sicuro dal sapore inconfondibile è uno squisito pasto per tutti i gusti. L’aggiunta poi del sedano dona all’insalata una sensazione di freschezza, un aroma inconfondibile e quel croccante tipico di questa pianta. Ottimo anche per riutizzare gli avanzi di pollo che giacciono in frigo.

Buon appetito!

Tempo di esecuzione: 10 minuti
Tempo di preparazione:
15/20 minuti

INGREDIENTI per 4 persone:

-400 g di petto di pollo (anche gli avanzi sono graditi 🙂
– 1 cucchiaio d’olio
– 1 rametto di rosmarino
– 1 lattuga
– 2 uova
– 1 gambo di sedano
– 1 peperone rosso
– 1 pomodoro per insalata
– 100 g di formaggio tipo parmigiano reggiano intero
– olio d’oliva
– sale

Preparazione

1.Battere il petto di pollo per renderlo più tenero, poi riscaldare l’olio con il rosmarino in una padella e cuocere i petti di pollo su entrambi i lati. Quando sono pronti lasciateli raffreddare. Nel frattempo mettete a bollire dell’acqua in un  pentolino e poi immergeteci le uova perché rassodino.

2.Lavate la lattuga, scegliete le foglie e tagliatele in piccoli pezzi. Tagliate anche il peperone a julienne ed il gambo di sedano.

3.A questo punto tagliate a dadini anche il pollo ed il formaggio, o fatelo a scaglie, sgusciate le uova, prendete i tuorli , sbriciolateli grossolanamente e mischiate bene insieme agli altri ingredienti.

4.Condire con sale ed olio d’oliva e, se si vuole, aggiungere un po’ di maionese.

L’ingrediente “Il Sedano”:

Le virtù terapeutiche del sedano (Apium graveolens L.) erano conosciute fin dall’antichità: già 1.000 anni prima di Cristo, infatti, le opere di alcuni autori greci, quali l’Odissea di Omero, contenevano riferimenti all’utilizzo di questa pianta come erba medicinale. Nel Medioevo, la badessa Ildegarda di Bingen considerava il sedano una panacea contro ogni male.
La prima testimonianza dell’impiego del sedano a fini alimentari proviene da un documento francese del 1623.

Oltre a possedere proprietà diuretiche e digestive, il sedano aiuta il sistema nervoso e stimola le ghiandole endocrine. Grazie all’abbondante contenuto di sodio, potassio e calcio, è un ottimo mineralizzante. Per la presenza di nitrati, il sedano favorisce inoltre la depurazione del sangue ed è consigliato contro i reumatismi, la gotta e le coliche renali. Il sedano è considerato anche un eccellente afrodisiaco.
In cosmesi, si usa il succo, che rende luminosa la pelle e svolge una spiccata azione cicatrizzante.
In cucina, può essere consumato fresco in insalata e pinzimonio oppure essere utilizzato come ingrediente per preparare minestre, zuppe e saporite pietanze e delle ottime insalate.
In virtù delle sue note proprietà digestive, è consigliabile mangiare un sedano crudo prima dei pasti o aggiungerlo in abbondanza ad insalate e minestroni.
Il cuore del sedano si può consumare anche crudo, mentre le costole esterne, più fibrose, sono indicate per la cottura.
Riposto nello scomparto meno freddo del frigorifero, il sedano si mantiene croccante anche per 4-5 giorni. Ad una temperatura di circa 0 °C ed un’umidità relativa del 90-95%, il sedano si può conservare per 2/3 mesi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Ricette correlate

Leave your response!

Aggiungi il tuo commento trackback dal tuo sito. Puoi anche subscribe to these comments via RSS.

Si carino. Preferiamo commenti puliti con No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Se vuoi avere la tua avatar (piccola foto che ti distingue personalizzata) devi solo registrarti a questo sito Gravatar.